La mastiha di Chios riduce l'eccesso di secrezione acida

Mastiha, secrezione acida, disturbi dello stomaco, gastrite Con 0 commenti

Per prevenire e tamponare i principali disturbi a carico dello stomaco, uno dei rimedi naturali più preziosi è il mastice che arriva da Chios, in Grecia. Noto già ai medici dell'antichità in tutto il Mediterraneo, il mastice (o mastiha) è una resina aromatica, ottenuta dalla linfa solidificata della varietà Chia del Pistacia lentiscus, un albero che da secoli cresce solo ed esclusivamente sull'isola di Chios a un passo dalle coste turche nell'Egeo settentrionale.

La mastiha è la resina che si ricava dal lentisco

Il mastice viene estratto incidendo il tronco e i rami del lentisco, dai quali fuoriesce sotto forma di gocce per poi cristallizzarsi in "lacrime" di colore bianco-giallino. Ha un aroma resinoso e rinfrescante che ricorda i sentori di pino e cedro. In Grecia il mastice si usa per preparare un liquore digestivo (il celebre mastika) ma anche caramelle, gelati e collutori.

È disponibile in varie formulazioni: oltre alla resina in cristalli, c'è anche l'integratore in compresse.

In farmacia e in erboristeria devi richiedere il mastice originale di Chios, di provenienza biologica certificata.

Più efficace a digiuno:
Come prevenzione contro i malesseri gastrici primaverili, ma anche come terapia se i disturbi sono già presenti, prendi un grammo di resina di mastice di Chios in dosi separate: ne basta una capsula (350 mg) 3 volte al giorno al di fuori dei pasti per 2 settimane. Fai una pausa di 3-4 settimane dopo ogni ciclo di cura.

La ricerca:
un grammo al giorno per stare subito meglio.

Numerose relazioni basate sia su studi di laboratorio che su esperimenti clinici certificano che anche a bassi dosaggi - si parla di un solo grammo al giorno per cicli di 2 settimane - il mastice di Chios è in grado di limitare i bruciori, l'acidità e i sintomi della gastrite; inoltre risulterebbe efficace anche contro il batterio dell'Helicobacter pylori, fra i primi responsabili delle ulcere, anche se sono provocate dall'abuso di cibi piccanti, di alcolici come pure dallo stress intenso e prolungato.

La resina del lentisco protegge le cellule dello stomaco, riduce le lesioni della mucosa gastrica casusate dai farmaci, cura la dispepsia e ha effetti benefici anche sul metabolismo dei grassi e del glucosio, il cui abuso è spesso all'origine di molti mal di stomaco.